Indietro

L'epidemia periodica di "Cameraria Ohridella" sulle alberate storiche della citta di Torino

07/10/2010

A Torino (la città italiana più ricca di verde pubblico), ormai da una decina di anni si verificano periodicamente attacchi da parte di un insetto particolarmente dannoso per il patrimonio arboreo della città: l'insetto "Cameraria ohridella", un lepidottero mono-specifico che attacca esclusivamente le piante di ippocastano (Aesculus hippocastanum), albero che nella sola città di Torino é presenta in circa 6.000 unità, nei viali e nei parchi.

Questo insetto infesta periodicamente gli alberi e in maniera ciclica torna ad essere infestante anche dopo interventi fitosanitari.
La sua particolarità risiede nel fatto che minando l’interno delle foglie per l’approvigginamento di cibo, provoca il disseccarsi della chioma con ripercussioni oltre che estetiche (le piante già a luglio assumono un aspetto autunnale) anche sulla salute delle piante. Attacchi di Cameraria ohridella ripetuti negli anni riducono lo sviluppo vegetativo delle piante e ne compromettono il ciclo biologico. Agli attacchi del minatore si aggiungono anche quelli dovuti ad una malattia crittogamica denominata Guignardia aesculi (antracnosi dell'ippocastano) che si manifesta con sempre maggiore frequenza e virulenza provocando forti defogliazioni.

Quest'anno circa il 60% del patrimonio arboreo di Torino é sotto attacco, ma vi sono notizie di simili infestazioni anche in altre città d'Europa.
Attualmente il trattamento che sembra il più indicato per combattere questo insetto pare essere l'endoterapia, ma questo particolare trattamento da buoni risultati solo se applicato secondo corrette pianificazioni e integrato con altre metodologie. Inoltre il costo risulta essere particolarmente elevato (18-20 Euro a pianta pur considerando migliaia di interventi).

Alla luce di quanto esposto, si chiede alla Commissione se:
1- intende elaborare, qualora non fosse già stato fatto, uno studio approfondito su questo tipo di parassita per comprendere le dimensioni del fenomeno in tutta Europa;
2- intende promuovere programmi di trattamento specifici, in maniera pianificata in modo tale da garantire buoni risultati e razionalizzare i costi;
3- intende sostenere programmi di finanziamento per la tutela di questo importante patrimonio, mirati all'azione di controllo e prevenzione contro questi fenomeni.