Indietro

Piemonte, Corte dei Conti conferma: debito esploso dal 2006

11/03/2013

Ora è finalmente ufficiale: l'indebitamento della Regione Piemonte è cresciuto dell'81% dal 2006 al 2011. Dopo mesi di accuse tra Cota e Bresso, vieni ristabilita la verità: la giunta di centrosinistra ha fatto esplodere il debito. I dati provengono dalla relazione del presidente della Corte di Conti piemontese, Salvatore Sfrecola, in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario a Torino. In base ai dati, l'indebitamento regionale è passato dai 3.545 milioni di euro del 2006 ai 6.445 milioni del 2011 con un incremento pari all'81,76%.

Secondo il governatore Cota si esce dalla situazione di criticita' "facendo le riforme che servono. Questo e' imprescindibile. E poi chiedendo a Roma che ci dia quello che ci spetta: abbiamo crediti dallo Stato di un miliardo di euro. Quelle risorse sono sufficienti per sistemare i cosiddetti problemi di cassa".