Indietro

Inno di Mameli a scuola e Festa dell'Unità Nazionale

08/11/2012

Presto gli studenti si troveranno a studiare l'inno di Mameli durante le ore di lezione: è diventata legge (dopo il via libera dai due rami del PArlamento) il disegno di legge nell'ambito delle attività finalizzate all'acquisizione delle conoscenze e delle competenze relative a 'Cittadinanza e Costituzione'", la materia introdotta dal ministro Mariastella Gelmini durante l'ultimo governo Berlusconi.

Viene anche istituita la "Giornata dell'Unita' nazionale, della Costituzione, dell'inno e della bandiera" nel giorno 17 marzo di ogni anno, in ricordo del giorno in cui, nel 1861, fu proclamata, a Torino, l'unita' d'Italia.

Il testo votato porta la firma della deputata Pdl Paola Frassinatti (che fu la prima alla Camera a cominciare la battaglia per lo studio dell'Inno di Mameli a scuola) e della collega del Pd Maria Coscia. Il testo ha assorbito un provvedimento simile del governo.

Contraria fino all'ultimo la Lega che ha votato contro e che già alla Camera aveva tentato di bloccare l'iter del provvedimento. Anche al Senato ha presentato delle pregiudiziali di costituzionalità, ieri, per tentare lo stop. Ma invano.