Indietro

Elezioni, Alfano: pronti a ripartire

08/05/2012

Si tratta delle elezioni più insidiose e difficili. Abbiamo registrato una sconfitta, ma confermata una forte presenza sul territorio.

I dati confermano un radicamento effettivo e totale del Pdl sul territorio. Su queste basi si puo’ ricominciare.
Si vuole attribuire al Pdl una catastrofe, ma c’è stata una difficoltà. C’è stata una sconfitta ma non una condizione catastrofica come quella che si vuole far apparire.

Alcuni comuni sono già assegnati al Pdl e, in misura pressoché uguale, al centrosinistra. Gli altri andranno al ballottaggio e noi saremo presenti in 13 comuni.  Saremo lì a combattere, siamo in campo.

Abbiamo sempre considerato queste amministrative come elezioni in cui occorreva dare una prova di resistenza, non le abbiamo mai considerate come un’occasione di vittoria e di rilancio e se i dati confermeranno il forte radicamento del Pdl, su quelle basi potremo riprendere il percorso della nostra storia.

Vi è stato un moltiplicarsi di candidature civiche e di liste civiche, non è il fiorire dell’antipolitica ma la voglia di partecipazione a cui anche i partiti tradizionali devono dare una risposta nella logica dell’avere capito il messaggio che i cittadini ci hanno dato e noi ci organizzeremo per dare loro una risposta.

Non pensiamo di togliere l’appoggio al governo Monti. Lo abbiamo sostenuto, siamo persone responsabili. Di sicuro lavoriamo per non essere messi davanti a provvedimenti invotabili.

Confermo che dopo le amministrative annuncerò una grande novità politica".