Indietro

Dal Nord la spinta per far ripartire l'economia

03/09/2009

image id=42Nelle ultime settimane abbiamo assistito a una serie di importanti dichiarazioni sulla crisi: dalla FED al Presidente Obama, dal Fondo Monetario Internazionale al Presidente di Bankitalia Draghi, è stato affermato che il peggio è alle spalle e che la ripresa arriverà già dal 2010. Indubbiamente però, anche se di ripresa si tratta, l’economia mondiale crescerà, almeno per qualche anno, meno di prima. Sarà fondamentale quindi continuare a sostenere la domanda interna, in forte contrazione negli ultimi mesi.  Molto è stato già fatto con incentivi (non solo per le auto) e sostegno diretto alle famiglie (social card, bonus, ammortizzatori sociali), ma non bisogna fermarsi qui. È necessario puntare sulla qualità dei nostri prodotti, per consolidare la nostra vocazione esportatrice; avviare al più presto la riforma della Pubblica Amministrazione (per la quale il min. Brunetta sta lavorando molto bene) e far partire i cantieri per le opere infrastrutturali. La giusta combinazione di tutti questi elementi ci permetterà di uscire bene dalla recessione: ogni parte in causa però deve fare il suo dovere.